SONO INIZIATI I SALDI, fino al -50% sui cosmetici dei migliori marchi

-50% SU TUTTI I SOLARI

Cerca
Filters
Close

Trattare le rughe... come contrastare il tempo che passa

venerdì 5 agosto 2011

Trattare le rughe... come contrastare il tempo che passa

Rughe, trattamenti antirughe

Il “tempo” per molti filosofi rappresenta uno stuzzicante argomento da analizzare sotto ogni piccola sfaccettatura, per gli sportivi un perenne avversario da sfidare…e per le donne? 
Per le donne il tempo è sinonimo di alterazioni, di nuove scoperte e di cambiamenti verso i quali è importante mostrarsi preparate ed informate, in modo da limitare gli effetti negativi o ritardarli.
Secondo i ricercatori si comincia ad invecchiare intorno ai 25 anni poiché intorno a questa età  il ricambio cellulare tende a rallentare. 
La principale espressione di questo fenomeno è rappresentata dall’arrivo delle rughe, per lo più a causa delle aggressioni esterne: il sole, anche quello di città che filtra attraverso le nuvole, il freddo, lo smog, il vento, il contatto con detergenti aggressivi.
Le rughe sono delle pieghe o dei solchi che si formano sulla superficie di pelli rese aride e poco elastiche dall’inesorabile trascorrere del tempo.
La parte del nostro corpo che prima di tutte esprime questo cambiamento naturale è il viso.

E' possibile distinguere su di esso 2 famiglie di rughe:


- Rughe di espressione, dovute all’impoverimento delle strutture portanti del derma (collagene, elastina e acido ialuronico), sono la conseguenza di alcune abitudini caratterizzanti una persona, come la contrazione della bocca quando si fuma, l’ammiccamento frequente degli occhi, per esempio del miope, e il ravvicinare le sopracciglia alla radice del naso, tipico gesto del pensatore.


- Rughe di senescenza, dovute alla diminuzione dell’elasticità e della tonicità cutanea, delineandosi preferibilmente nelle arcate sopracciliari, nella zona degli zigomi, della bocca, nel profilo della mandibola e nelle labbra.

Contro i segni dell'invecchiamento, sono oggi disponibili delle tecniche di medicina estetica che  riducono notevolmente questi inestetismi. 
L'alternativa a questo approccio è la chirurgia plastica, ad esempio con il "lifting" che permette di riposizionare i tessuti molli che a causa dell'invecchiamento tendono a rilassarsi.
Se invece si preferiscono seguire altre strade, che non prevedano interventi invasivi, e comunque adatte per ritardare l’arrivo delle rughe, bisogna ricordare che la migliore strategia antirughe parte dall’interno, da uno stile di vita sano, da una buona alimentazione e dalla serenità interiore.

Ecco alcuni consigli:


Per avere un bell’aspetto e sentirsi sempre in forma lo sport è sicuramente il metodo antirughe più efficace; l’importante è scegliere l’attività più adatta al proprio modo di essere, affinché sia un piacere e non una costrizione.
L'alimentazione è fondamentale: preferire cibi leggeri e facili da digerire, ricchi di vitamine e minerali e bere molta acqua sono le regole base di una corretta alimentazione che agisca come antirughe.
Si può aiutare l’organismo anche con una serie di cibi noti per le loro proprietà antiossidanti (prevengono la formazione dei radicali liberi) e di cui la cucina mediterranea è molto ricca.
Applicare dopo il bagno una crema idratante su tutto il corpo e quotidianamente un'ottima crema antirughe sul viso.

Le creme antirughe contengono principi attivi che, oltre ad idratare e nutrire la pelle, ne migliorano il tono, stimolano il ricambio cellulare, prevengono e riducono la formazione delle rughe.

Ecco alcune indicazioni per la scelta della crema giusta per prevenire e ridurre le rughe:

- per la pelle giovane è consigliato l’uso quotidiano di una crema idratante in base al tipo di pelle (sensibile, normale o mista, secca).
Man mano che si avanza con l’età si deve passare a creme più nutrienti, rassodanti e ridensificanti.
È bene utilizzare prodotti adeguati alle stagioni, più densi in autunno/inverno, più fluidi e freschi in primavera/estate.

- Con l’avanzare dell’età sarebbe meglio utilizzare due creme diverse per il giorno e per la notte: le creme giorno possono contenere un filtro solare, mentre le creme notte sono più ricche e nutrienti, per favorire i processi rigenerativi della pelle durante il riposo notturno.
Usare sempre una crema contorno occhi poiché la zona perioculare è più sottile e delicata rispetto al resto del viso.


La pulizia quotidiana del viso con detergenti appropriati, ha la funzione di liberare la cute da tutte le sostanze che vi si depositano durante la giornata (polvere, smog, ecc.).

Una buona crema antirughe è formulata per garantire una o più azioni tra quelle che seguono:


Azione idratante: una pelle idratata è più elastica e reagisce meglio alle sollecitazioni negative. Uno dei componenti  più utilizzati è l’ acido ialuronico; per la sua capacità di assorbire e trattenere saldamente grandi quantità d’acqua, è in grado di mantenere il giusto grado di umidità e di rallenta in modo fisiologico il processo di evaporazione dell’acqua. Questa azione influisce sulle proprietà meccaniche della cheratina che diventa più flessibile ed elastica con un effetto di ringiovanimento del viso. 
Anche l’aloe vera, tra le sue molteplici applicazioni, ricopre un ruolo molto importante in numerose creme antirughe, coniugando all’azione idratante anche quella lenitiva e antiossidante.


Azione riempitiva: la ruga viene riempita nel tentativo di farla scomparire. Affinché un prodotto sia davvero efficace non deve limitarsi a combattere le rughe a livello superficiale ma agire in profondità, proprio dove i segni del tempo hanno la loro origine. Ecco come creme ricche di collagene ed elastina agiscono secondo questa logica portando al riempimento di quegli spazi lasciati vuoti dal depauperamento delle riserve di tali proteine, rendendo nuovamente la pelle luminosa.


Azione stirante: le creme stiranti contengono sostanze nutritive e ristrutturanti in grado di assicurare un’azione riparatrice dei tessuti e di rinnovamento cellulare. 
Molto efficace è l'azione delle cellule staminali vegetali attive.
Sono dotate di forte capacità di riparazione e rigenerazione dei tessuti cutanei perché stimolano la riproduzione cellulare, proteggono le cellule dell'epidermide dai danni da ossidazione quindi contribuiscono alla vitalità e longevità della pelle.


Gli integratori alimentari

Diverse sostanze normalmente presenti in preparazioni per uso topico, possono essere somministrate anche oralmente, in modo tale da incentivarne i benefici e così rallentare l’invecchiamento (Q10, vitamina E, vitamina C, Omega 3, Omega 6 ecc.).

Dott. Filippo Spinosa

Lascia il tuo commento