SONO INIZIATI I SALDI, fino al -50% sui cosmetici dei migliori marchi

-50% SU TUTTI I SOLARI

Cerca
Filters
Close

Smettere di russare

venerdì 5 agosto 2011

Smettere di russare

Russare durante il sonno è un disturbo chiamato roncopatia (dal greco rhoncho's, onomatopea che indica il rumore rauco prodotto durante il sonno).

Spesso è origine di conflitti familiari e difficoltà nella convivenza, inoltre se non adeguatamente curato, può portare a gravi conseguenze per la salute. In Italia ne soffre il 20% della popolazione; per il 90% non è un disturbo pericoloso, ma può diventarlo se contemporaneamente si  accusano frequenti pause respiratorie, manifestando la sindrome da apnea notturna, detta anche SAS (sleep apnea sindrome).


Quando ci si addormenta, e si scivola pian piano nel sonno profondo, i muscoli del palato, della lingua e della gola si rilasciano. Può accadere quindi, specie se si dorme supini, che la lingua sprofondi talmente tanto nella faringe da lasciare un piccolissimo spazio per il passaggio dell'aria. In questo caso la respirazione effettuata con il naso non è più sufficiente e per un'adeguata ossigenazione si rende necessario aprire la bocca. Il russare è provocato dall'aria che, passando, muove l'ugola lasciando uscire soffi e sibili.
Una delle prime cause del russamento è l'ostruzione del naso che può essere causata da raffreddore, sinusite o allergie stagionali. La roncopatia cronica può essere determinata da deviazione del setto nasale o da restringimenti anatomici a livello della gola.


I fattori aggravanti del russamento sono:
- mangiare tanto a cena e andare subito a letto
- bere alcolici
- fare uso di tabacco, sonniferi e tranquillanti
- essere in sovrappeso
- dormire in posizione supina
- grande stanchezza


Se trascurata, la roncopatia porta ad effetti negativi sulla salute, peggiora la qualità del riposo, ci si sveglia stanchi e nervosi, durante la giornata si può avvertire sonnolenza e calo della concentrazione, oltre a causare un calo del desiderio sessuale.

Nel caso di russamento moderato o occasionale è possibile adottare dei rimedi fai da te:

- adottare uno stile di vita sano e atletico per perdere peso e sviluppare un buon tono muscolare;

- evitare sedativi, sonniferi e antistaminici prima di dormire; evitare di bere alcolici prima di dormire e consumare una cena leggera;

- dormire ad orari regolari cercando di rimanere su un fianco e non supini;

- mettere un rialzo di 10-15 cm sotto i piedi del letto dalla parte della testa in modo da tenere il letto leggermente in discesa.


Per favorire la respirazione si possono adottare dei cerottini dilatatori o clip nasali che favoriscono l'apertura del naso oppure utilizzare spray o apparecchi se il problema è mandibolare.


Un rimedio fitoterapico per non russare è quello di diffondere nella camera da letto Olii essenziali all'Eucalipto, Menta Piperita, Ginepro e Propoli che favoriscono la respirazione.


Nei casi più gravi e soprattutto quando si manifestano apnee notturne è necessario consultare il medico.


 

Lascia il tuo commento