Spedizione GRATUITA a partire da 25 euro | Info WhatsApp 3809005503

Cerca
Filters
Close

Pidocchi e pediculosi: i rimedi

giovedì 5 settembre 2019

Pidocchi dei capelli: come sono e come eliminarli 

 

pidocchi e pediculosi: i rimedi

 

Come si presentano i pidocchi 

La pediculosi è un' infestazione della testa dell'uomo da parte dei pidocchi. I pidocchi (Pediculus humanus capitis), sono insetti parassiti che contaminano i soli esseri umani, nutrendosi esclusivamente di sangue. Misurano circa 3 millimetri, di colore bianco-grigiastro e sono dotati di tre robuste coppie di zampe uncinate che gli consentono di ancorarsi ai capelli, soprattutto all'altezza della nuca, dietro le orecchie e sulle tempie. 

PIdocchi immaginiSono insetti ematofagi, che si nutrono di sangue umano pungendo il cuoio capelluto, senza però trasferire alcuna malattia.La femmina, che vive circa un mese, deposita fino a dieci uova al giorno chiamate lendini, di colore grigio/biancastro/perlaceo dalla forma allungata, che al contrario della forfora, sono saldamente incollati. Le lendini, fissate sulla base del capello, si schiudono circa dopo dieci giorni è impiegano approssimativamente due settimane per diventare un insetto adulto.I pidocchi sono un fenomeno periodico, sia cittadino  che di campagna, diffuso in tutto il mondo e in tutte le stagioni.Sono colpiti sopratutto i bambini e i ragazzi tra 5 e 11 anni.Un'igiene carente può favorirne l'infestazione, ma non ne è la causa, perché i pidocchi non evitano le teste pulite e ben curate.

Sintomi dei pidocchi

Il principale sintomo di pediculosi è il prurito causato dalle punture del pidocchio. Inoltre il cuoio capelluto tende ad arrossarsi e le lesioni provocate dalla tendenza a grattarsi dovuta al continuo prurito possono diventare infette.Il bambino che si gratta la testa dovrebbe insospettirci ed indurci a ispezionare attentamente capelli e cuoio capelluto.I pidocchi non volano, non saltano, ma passano da una testa all'altra arrampicandosi da capello a capello. Il contagio avviene per contatto diretto del capo, oppure tramite lo scambio di sciarpe, pettini, fermagli e cappelli, ed è più frequente negli ambienti chiusi con alta densità di persone, come scuole e caserme. 

Come trattare le pediculosi

Quando scopriamo che un membro della famiglia ha i pidocchi, tutti gli adulti e bambini dovrebbero essere controllati. Nel caso si trovassero appunto parassiti o uova, il problema può essere facilmente risolto trattando i capelli con uno degli specifici prodotti antiparassitari disponibili in farmacia. 

rimedi pidocchi, wet combingNon è necessario tagliare i capelli; è sufficiente trattare accuratamente i capelli con prodotto specifico medicato e poi usare il pettine fitto per rimuovere le lendini, il cosidetto wet combing

Di solito dopo 8 giorni circa, è opportuno ripetere il trattamento per eliminare i pidocchi nati dalle uova "sfuggite al controllo".È inoltre opportuno lavare abiti, lenzuola ed asciugamani in lavatrice ad almeno 60°, aspirare i tappeti e dove possibile i mobili per raccogliere eventuali capelli. Gli oggetti che non si possono lavare (sopratutto i peluche), vanno chiusi in sacchi di plastica per circa 4 settimane. Spazzole e pettini devono essere lavati accuratamente.I bambini che frequentano scuole con focolai di pidocchi dovrebbero essere controllati 2 volte alla settimana aiutandosi con un pettine a denti stretti sopratutto a livello della nuca e dietro le orecchie.

Rimedi chimici

I prodotti generalmente più utilizzati per il trattamento delle pidiculosi sono shampoo, emulsioni, gel, polveri e creme.

I più conosciuti ed efficaci sembrano essere quelli a base di piretroidi sintetici, come la Permetrina oppure quelli a base di Malathion.

 

Rimedi naturali

Olio di neem

L’olio vegetale più indicato in caso di pidocchi è l’olio di neem. Una sostanza con ottime doti antiparassitarie e antibatteriche, adatto pure nel caso gli insetti abbiano provocato infiammazioni e rossori al cuoio capelluto. Si può usare anche in fase preventiva spargendone qualche goccia sulla cute dei bambini, il problema però è il suo odore spesso sgradito e non solo ai pidocchi!

Tea tree oil

Anche il tea tree oil può venire in aiuto di chi deve combattere i pidocchi così come altri oli essenziali (ad esempio lavanda, eucalipto o chiodi di garofano). Si possono aggiungere allo shampoo che comunemente si utilizza, o unirli all’olio di neem prima di passare il pettine a maglie strette ma anche semplicemente spargerli su fasce e cerchietti che indossano le bambine a scuola.

Aceto, Olio d’oliva e Maionese

È opportuno evitare l'utilizzo esclusivo di rimedi "fai da te" come olio d'oliva, aceto, maionese, poichè è stato dimostrato che da soli non risultano essere efficaci per la rimozioni di pidocchi e lendini.

 

Dr.ssa Bibiana Bardosova

 

Lascia il tuo commento