Spedizione GRATUITA a partire da 25 euro | Info WhatsApp 3809005503

Cerca
Filters
Close

Papaya: il frutto dalle mille risorse.

martedì 3 aprile 2012

La Papaya è un frutto tropicale, molto simile al melone, con buccia dorata e polpa morbida, colmo di preziosi nutrienti in grado di trasmettere al nostro organismo una forte energia positiva.

La papaya, o "fruta de bomba" come la chiamano i cubani, è originaria del Messico e si diffuse nelle regioni tropicali e subtropicali grazie all’avvento di spagnoli e portoghesi.

Il frutto fresco risulta molto utile per affrontare periodi di stress o superlavoro: ricchissimo di vitamina A, C e P, di carboidrati di facile assorbimento, svariati sali e vitamine del gruppo B per contrastare lo "stress ossidativo". Il continuo inquinamento del cibo e il contemporaneo impoverimento delle vitamine presenti in esso mettono in seria difficoltà la naturale capacità organica del nostro organismo di contrastarlo.

Per una corretta alimentazione l’ideale sarebbe mangiare un frutto di papaya al giorno, ma a causa della vita frenetica e della sua scarsa disponibilità sul mercato ciò risulterebbe poco pratico. Non disperiamoci, poiché l’aggiunta di questo prodotto nella nostra alimentazione può arrivare da diversi integratori alimentari, facilmente reperibili e in grado di preservare tutte le sue eccellenti proprietà!

Papaya o Papaya fermentata?

Questa è la domanda che ci si pone spesso di fronte alla scelta del giusto integratore alimentare. Sono due varianti molto simili per frutto di origine, ma destinate a fini diversi poiché i costituenti differiscono a seconda della tecnica di preparazione sfruttata.

Un pasto abbondante, mangiato frettolosamente o alterazioni dell’apparato digerente possono rendere difficoltoso e lungo il processo digestivo. A tal proposito la papaya svolge un ruolo importante nel contrastare questo tipo di disturbo: il frutto acerbo è molto ricco di enzimi proteolitici, in particolare la "papaina", che facilitano la digestione delle proteine. Allevia il lavoro del fegato e riduce la produzione di metaboliti, le sostanze parzialmente digerite che rallentano il transito intestinale.

Contro tutte quelle cause che vanno a compromettere il nostro sistema immunitario portando alla degenerazione cellulare, all’invecchiamento precoce e ai danni neurologici possiamo invece contare su un altro alleato, la papaya fermentata. Il processo di fermentazione che dura 10 mesi è stato brevettato dai giapponesi della Osato, che vantano una grande esperienza fermentativa. Il frutto intero della papaya viene fatto fermentare con l’aggiunta di lievito Saccaromyces Boulardii e glucosio, tramite un processo biotecnologico. La Papaya fermentata svolgere un’importante azione antiossidante:

  • aumenta la disponibilità della Superossido Ossido Dismutasi, uno degli antiossidanti più potenti prodotti dal nostro corpo

  • ottimizza le funzioni antiossidanti endogene attraverso i β-glucani, sostanze con proprietà immunomodulanti dimostrate.

La popolarità di questo integratore è arrivata con le dichiarazioni del dottor Luc Montagnier, famoso per aver isolato nel 1983 il virus dell’Aids. Il virologo francese instancabilmente da qualche anno ne enfatizza i benefici come antidoto all’invecchiamento e allo stress ossidativo, spingendosi a suggerirne l’impiego nel morbo di Parkinson.

La papaya fermentata è quindi efficace per garantire il corretto apporto di energia quotidiana, per offrire un valido aiuto alle difese immunitarie e come coadiuvante nei periodi di stress fisico e psichico.

Nessun integratore ci rende immortali: sono un valido aiuto nella vita quotidiana e per il futuro. Quello che non deve mai mancare è una corretta alimentazione e un’adeguata attività fisica indispensabili per mantenere il giusto equilibrio tra corpo e anima.



Dottor Spinosa Filippo


Lascia il tuo commento