SPEDIZIONE GRATUITA con soli 25euro di spesa

Cerca
Filters
Close

Oli essenziali e aromaterapia

martedì 20 settembre 2011

 

Gli oli essenziali sono prodotti oleosi volatili e odorosi estratti dalle piante detti anche oli eterei per la loro estrema volatilità. Vengono estratti con l'impiego di vari metodi: per spremitura, per incisione del vegetale, per distillazione in corrente di vapore e successiva separazione. Essi prendono il nome dalla pianta da cui derivano, quindi olio essenziale di Timo dalla pianta del Timo , olio essenziale di Ginepro dalle bacche del Ginepro e così via.
Gli oli essenziali sono estremamente volatili e possiedono un odore caratteristico detto aroma, sono generalmente liquidi di consistenza oleosa; il loro sapore è intenso, acre e piccante, sono scarsamente solubili in acqua, che però impregnano del loro aroma, mentre si sciolgono bene nelle sostanze grasse, in alcool e nei solventi organici più comuni, come il cloroformio e l'etere.

 


L' aromaterapia è l'utilizzo degli oli essenziali, come elisir di bellezza o per la cura della salute.
La parola aromaterapia è stata coniata dal chimico francese Renè Maurice Gattefossè nel 1935, il quale rimase stupito dal potere curativo che alcuni oli essenziali avevano ma la loro origine risale agli antichi Egizi che li usavano per la pratica dell'imbalsamazione.
Le proprietà scientificamente attribuite agli oli essenziali sono principalmente l'azione antisettica e quella antibatterica, l'azione antivirale e quella antinfettiva, a seconda della pianta dalla quale vengono estratti, possono avere un'azione balsamica ed espettorante, o rilassante, o anche stimolante, oppure nutriente e levigante della pelle.
Inoltre ogni olio essenziale possiede delle virtù specifiche, che lo rendono particolarmente indicato contro ben precisi disturbi e con mirate finalità.

Uso degli oli essenziali

Vista la loro elevatissima concentrazione è sempre opportuno utilizzare gli oli essenziali con cautela attenendosi sempre alle istruzioni perchè possono essere fortemente irritanti per la pelle o la parte del corpo con cui vengono a contatto. Gli oli essenziali si utilizzano, per uso esterno, per la salute e la bellezza del corpo.

Per esempio nel bagno o nella doccia, dove per effetto dell'acqua e del calore i pori della pelle si dilatano assorbendo maggiormente i vapori benefici, ricchi dei principi attivi da essi veicolati, che avranno una duplice via di assorbimento: quella cutanea e quella inalatoria attraverso il vapore acqueo. A seconda dell'olio essenziale scelto si potrà programmare un bagno rilassante, o tonificante, oppure anticellulite, idratante e nutriente e così via, utilizzando ad esempio oli essenziali di Lavanda, d'Arancio, di Salvia, di Mandarino, di Pompelmo, di Limone, di Ylang-Ylang, di Menta, di Ginepro, di Bergamotto.
Gli oli essenziali sono ideali anche nel massaggio, poiché la pelle costituisce un vettore perfetto per il loro assorbimento. In questo caso è consigliabile diluire uno o più oli essenziali in una crema o, meglio ancora, in un olio da massaggio vegetale abbastanza neutro, come l'olio di Mandorle o l'olio di Germe di Grano o di Jojoba. Il dosaggio può variare da 50 a 100 gocce d'olio essenziale per 100 ml di olio da massaggio.
Vista l'alta concentrazione degli oli essenziali, prima dell'utilizzo è consigliabile fare un piccolo test di tollerabilità cutanea, applicandone una goccia sulla pelle, per verificare che non provochi reazioni indesiderate anche di tipo allergico.
Molti olii essenziali si utilizzano per le inalazioni si può effettuare l'inalazione secca, versando alcune gocce su un fazzoletto e respirando profondamente oppure il clazzico suffumigio.
Si riempie il lavandino o una bacinella di acqua calda, si aggiungono 10-20 gocce di olio essenziale si avvicina la testa all'acqua e ci si copre con un asciugamano. I più utilizzati sono gli oli di Eucalipto, Menta, Pino, Lavanda, Cajeput in caso di raffreddore o per liberare il naso.

I suffumigi sono utili anche per purificare la pelle impura e acneica, poiché ne facilitano la pulizia profonda, che aiuta a combattere punti neri e brufoli, disinfettando l'epidermide con l'azione antisettica degli oli essenziali. Per questo scopo si utilizzano l'olio essenziale di Timo, di Lavanda o di Limone, l'olio essenziale di Melaleuca detto anche Tea Tree oil .

Il modo classico per utilizzare gli olii essenziali è l'inalazione tramite i diffusori di essenze. Bastano poche gocce di oli essenziali in un diffusore di essenze per respirarne i benefici, purificando e profumando anche l'ambiente. Questo metodo può essere utilizzato anche per allontanare insetti molesti o dannosi, come le zanzare e le tarme con gli oli essenziali di Citronella, Geranio, Melaleuca, Lavanda, Chiodi di Garofano. Anche semplicemente per profumare la casa esistono oli essenziali in soluzione oleosa dalle più svariate profumazioni, come Arancio, Cannella, Limone, Lavanda, Rosa, Verbena.

Gli oli essenziali possono essere anche ingeriti, per esempio aromatizzando con qualche goccia l'olio di oliva solo che quest'uso non deve essere fatto senza la giusta conoscenza. Quindi questo utilizzo deve essere prescritto dal medico o dal fitoterapeuta.
Le essenze devono essere conservate al buio e al fresco, gli oli essenziali di agrumi, più delicati, vanno conservati in frigo. Tenerli lontani dalla portata dei bambini, potrebbero se ingeriti risultare anche mortali.

Gli oli essenziali in gravidanza

Non tutti gli oli essenziali possono essere utilizzati in gravidanza, ecco un piccolo elenco degli oli consentiti e quelli da evitare.

Oli essenziali consentiti in gravidanza: concentrazione massima consentita per il corpo 0.5%, cioè 12-15 gocce su 100 ml: lavanda, rosa, pompelmo, bergamotto, mandarino, vetiver, camomilla, gelsomino, ylang ylang, sandalo, patchouli, geranio, incenso.

Oli essenziali da evitare durante tutta la gravidanza:
basilico, chiodi di garofano, cannella, citronella, cedro rosso, issopo, ginepro, maggiorana, mirra, noce moscata, salvia officinale, salvia sclarea, semi di sedano, timo, tuia.

Ogni olio essenziale ha le sue funzioni psichiche a loro azione non è mai solo qualcosa di limitato e altamente specifico per un organo o un apparato, ma essi hanno piuttosto un'azione più generale sull'organismo in tutte le sue affezioni. Attraverso la percezione degli odori sono stimolate emotività, memoria, sensibilità e tutte le aree cognitive correlate, oltre al sistema endocrino e quello immunitario.


Vai agli oli essenziali in vendita

La Redazione di Easyfarma.it

Lascia il tuo commento