SPEDIZIONE GRATUITA con soli 25euro di spesa

Cerca
Filters
Close

L'utilizzo degli antibiotici

venerdì 7 dicembre 2012

In occasione della giornata di sensibilizzazione sull’uso responsabile degli antibiotici, l’OMS (organizzazione mondiale della sanità) lancia un allarme: molte specie batteriche sono diventate resistenti agli antibiotici a causa dell’uso scorretto ed inappropriato  di questi preziosi farmaci. E l’Italia si trova ai primi posti, all’interno dell’Unione Europea, per consumo eccessivo e non appropriato degli antimicrobici.

Gli antibiotici sono sostanze naturali, prodotte da microrganismi (soprattutto funghi) oppure ottenute in laboratorio, che agiscono contro i batteri essenzialmente in due modi: distruggendo direttamente i batteri o bloccandone la crescita.

La scoperta degli antibiotici è stata una grande conquista della medicina nel secolo scorso che rischia di essere vanificata dalla capacità dei batteri di sviluppare resistenza, vale a dire di resistere ai trattamenti con queste sostanze.

La resistenza agli antibiotici sta diventando sempre più grave e molte infezioni non si possono curare facilmente come tempo fa, richiedendo trattamenti prolungati e, a volte, scarsamente efficaci. Tra l’altro è piuttosto preoccupante il fatto che per il prossimo futuro non si prevedano nuove classi di questi farmaci.

Pertanto solo un uso contenuto, corretto e responsabile, può contenere la perdita di efficacia degli antibiotici ad oggi disponibili. Quindi le autorità sanitarie raccomandano di:

- Usare gli antibiotici solo in casi di effettiva necessità, dietro prescrizione medica, rispettando dosi, tempi ed intervalli di somministrazione prescritti. Per eliminare tutti i batteri patogeni, infatti, gli antibiotici necessitano di alcuni giorni o settimane, a seconda della gravità dell'infezione. Sospendere la terapia ai primi segni di miglioramento è una pratica del tutto scorretta, poiché eliminerebbe solo una parte della popolazione batterica, quella più debole, lasciando proliferare quella più resistente.

 - Non assumere gli antibiotici in caso di infezioni virali, come raffreddore ed influenza. Gli antibiotici sono efficaci solo contro i batteri ma non sono adatti per combattere i virus, contro i quali sono assolutamente inefficaci.  Per capire se una certa sintomatologia è dovuta ad una infezione batterica o virale, è necessario rivolgersi al medico.

Bibliografia

www.iss.it

www.salute.gov.it

www.aifa.it

Dott.ssa Daniela De Vita

 

Lascia il tuo commento