SPEDIZIONE GRATUITA con soli 25euro di spesa

Cerca
Filters
Close

I consigli per il trucco di Easyfarma, II puntata: il chiaro-scuro

giovedì 27 ottobre 2011

Come in pittura, anche nel trucco una delle basi fondamentali, è l'utilizzo della tecnica del chiaro-scuro. Il chiaro crea una sensazione di rilievo e allarga le superfici, lo scuro rende gli oggetti più piccoli.

Utilizzando questa tecnica è possibile allontanare, abbassare e alzare i lineamenti del viso, intervenendo con efficacia su numerosi inestetismi. Schiarendo si dona luce, con il tono scuro si dà profondità e si possono smussare o assottigliare delle sporgenze. Con la fusione dei due toni si possono modificare, plasmare o alterare delle sporgenze.

Per ombreggiare si possono usare prodotti cremosi (es. fondotinta di un tono più scuro del proprio incarnato) o prodotti in polvere (es. terra): i primi andranno ben dosati per evitare macchie, i secondi, che sono più facili da stendere, verranno utilizzati dopo uno strato di cipria. In tutti e due i casi, il prodotto deve essere opaco.

Per ombreggiare si usano i toni del marrone, marrone-grigio o marrone-mielato. Per illuminare si usano i toni dal bianco all'avorio caldo; anche in questo caso i prodotti dovranno essere opachi.

Uso dei toni chiari

Il tono chiaro mette in evidenza la parte trattata: un mento schiarito apparirà più prominente; il colore chiaro al centro della fronte dona al viso un'espressione più aperta; applicato sullo zigomo lo renderà più sporgente e sul dorso del naso contribuirà ad assottigliarlo.

Uso dei toni scuri

Si utilizzano quando occorre incavare leggermente le guance oppure sui lati del naso per snellirlo. Il colore scuro, può essere usato per marcare le sopracciglia o per bordare gli occhi: lo sguardo risulterà più intenso. Inoltre scurire i lati del viso servirà a farlo apparire più sottile.

Correzioni del viso con il chiaro-scuro

Solitamente un viso tondo si presenta con delle guance piene, un mento piccolo ed una fronte bassa ma larga. Schiariremo il mento e la fronte con un fondotinta, una cipria e un correttore più chiaro del nostro incarnato. Invece con la terra o con un fondotinta di colore più scuro, andremo a creare delle ombre sotto lo zigomo partendo dalla guancia fino all'orecchio, per creare un effetto snellente.

Generalmente un viso lungo è scarno, con degli zigomi poco pronunciati. E' caratterizzato da una fronte ampia ed un mento prominente. Con i chiaroscuri andremo quindi ad accorciare il viso, scurendo la fronte ed il mento e al contrario schiariremo i lati del viso. Infine applicheremo del fard rosato o aranciato ( a seconda dei gusti personali) sulle gote per dare un effetto di rotondità.

Il viso triangolare presenta una fronte ampia, un mento stretto e degli zigomi generalmente evidenti. Quindi scuriremo la parte alta del viso in modo da restringerla e ingrandiremo la parte inferiore schiarendo le guance e le mascelle. Il tocco di fard sarà leggero in modo da non scavare ancora il viso.

Le correzioni che faremo sul viso quadrato saranno simili a quelle fatte per il viso tondo, avendo le stesse caratteristiche, fronte e mascelle molto larghe. Ombreggeremo dunque i lati del viso, mentre porteremo fuori la parte centrale schiarendola, questo anche per eliminare l'effetto piatto che caratterizza questo viso.

Le possibilità di giocare con il chiaro-scuro sono illimitate e, a livello ottico, possono dare dei risultati interessanti. La tecnica è la stessa di quella usata in pittura per ottenere effetti di volume.

Come per tutte le tecniche di trucco, anche in questo caso bisogna tener conto dell'armonia generale del viso, lavorando sulle prominenze o rientranze esistenti accentuandole o modificandole per ottenere un effetto complessivo più piacevole.

Clicca qui per accedere alla Lezione I 

Nella prossima puntata della rubrica trucco parleremo del trucco degli occhi.

Vi aspettiamo il 4 Novembre!

Alessandra Terricola

Make-up Artist Easyfarma.it

Lascia il tuo commento