SPEDIZIONE GRATUITA con soli 25euro di spesa

Cerca
Filters
Close

Diabete e alimentazione

venerdì 5 agosto 2011

Diabete e alimentazione

La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione dei cibi, delle porzioni e dell'effetto dei diversi alimenti sui livelli di glicemia. Tuttavia, è possibile migliorare il controllo della glicemia scegliendo cibi più sani. Il piano alimentare è utile per sapere quando mangiare, in quale quantità e quali tipi di alimenti sono consigliati per i pasti e gli spuntini; infine, consente di variare i pasti nel corso della settimana.



Carboidrati

I carboidrati si trovano nei cereali, nella frutta e nelle verdure. Anche il latte, lo yogurt e i dolci sono una fonte di carboidrati. I carboidrati presenti nel cibo vengono trasformati in glucosio e forniscono l'energia necessaria all'organismo. Assumere la stessa quantità di carboidrati alla stessa ora tutti i giorni migliora il controllo della glicemia. Qualunque sia il valore della glicemia, è importante non saltare i pasti o gli spuntini, in quanto ne potrebbero conseguire oscillazioni dei livelli di glicemia. Per ottenere un controllo ottimale della glicemia, oltre ai farmaci e all'attività fisica, è necessario, quindi, una quantità di carboidrati sempre costante. Concordate con il vostro medico il regime alimentare più appropriato.



Cereali frutta e verdure

Il concetto fondamentale di una dieta sana è la varietà dell'alimentazione nel rispetto dei consumi energetici. La base della piramide alimentare è formata da cereali frutta e verdure. Questi sono gli alimenti su cui si basa una dieta corretta. I cereali, la frutta e le verdure forniscono vitamine e minerali importanti.
Per aumentare il rapporto di fibre scegliere pane di grano integrale, crusca e riso integrale.
Preparare cibi e dolci con farina di grano e frumento integrale.
I fagioli cotti sono una fonte eccellente di fibre.
Modificate le abitudini alimentari in modo da includere frutta fresca e verdura.
Preferite la frutta intera con buccia e semi commestibili ai succi dei frutta.
Aggiungete verdure fresche alla dieta e scegliete verdura a foglia verde scuro e giallo-scuro.

La piramide alimentare è una guida per un'alimentazione sana.
Il latte è responsabile del rapporto dei carboidrati, vitamine e grassi.
I grassi nei prodotti del latte intero sono denominati "saturi" e aumentano i livelli di colesterolo.
Scegliete latte e derivati scremati o parzialmente scremati o latte di soia o latte di riso.
Lo yogurt zuccherato ha un contenuto di carboidrati superiore al latte magro o allo yogurt con dolcificanti.
Utilizzate latte privo o con poco lattosio, se il latte normale crea problemi di digeribilità.
Il gruppo delle carni fornisce la maggior parte delle proteine e dei grassi.
La riduzione della quantità di carne e i suoi derivati consente di abbassare l'apporto di grassi saturi e colesterolo alla dieta. Una porzione è pari a circa 60-90 grammi che corrisponde a un mazzo di carte da gioco.
Scegliete tagli magri di manzo e maiale e consumate pesce e pollame più spesso.
Eliminate il grasso visibile e rimuovete la pelle prima di cucinare.
Le uova e i formaggi fanno parte anch'essi del gruppo delle carni.
Limitate il consumo di tuorli a tre alla settimana e scegliete formaggi magri.
Consumate meno carni cotte grasse, salsicce e interiora.


Grassi

E' importante ridurre tutti i tipi di grassi. Una dieta povera di grassi saturi e colesterolo riduce il rischio di sviluppare malattie cardiache. Di solito i grassi saturi sono solidi a temperatura ambiente e si trovano principalmente negli alimenti di origine animale. Il burro, il lardo, la pancetta, la pelle del pollo e il grasso del latte intero ne sono un esempio. Altri grassi saturi includono il grasso per pasticceria solido, l'olio di cocco e l'olio di palma.
Tentate di cucinare con meno grasso o in padelle antiaderenti.
Cucinate le carni al forno, alla griglia o al vapore, evitate di aggiungere salse o condimenti e rimuovete la pelle e il grasso dell'animale prima di cucinare.
Scegliete condimenti per insalata o maionese a basso contenuto di grassi.
Se utilizzate il grasso per cucinare, impiegate olio di oliva in quantità minime. L'olio di oliva è ricco di grassi monoinsaturi e povero di grassi saturi.


Dolci

I cibi ricchi di zucchero sono spesso ricchi di grasso e poveri di vitamine e minerali, quindi offrono un valore nutrizionale molto scarso. Includete i carboidrati dei dolci nella dieta facendo attenzione alle porzioni consigliate. La maggior parte dei dolci "dietetici" contiene altri tipi di dolcificanti e può contenere una quantità ancora elevata di carboidrati. Controllate l'etichetta e calcolate il rapporto dei carboidrati di un dessert "dietetico". Le bevande contenenti zucchero sono molto ricche di carboidrati, pertanto, sono da preferire a quelle senza zucchero che ne sono prive, ad esempio l'acqua minerale e le bevande analcoliche dietetiche.

Alcol

Gli alcolici devono essere consumati con moderazione, poiché diventano dannosi oltre una certa quantità. Inoltre, l'alcol può intervenire con i farmaci per il diabete e causare ipoglicemia. Fatevi consigliare dal vostro medico in relazione al consumo di alcol.

Pianificare una dieta sana è un compito piuttosto complesso.
Può essere utile rivolgersi a un dietologo.
Il dietologo può stabilire la dieta personalizzata più efficace. Comunicate al dietologo le vostre preferenze alimentari e gli orari in cui vengono consumati i pasti. Incontratevi spesso con il dietologo per "ottimizzare" la dieta in base alle vostre esigenze.
 

Lascia il tuo commento