Spedizione GRATUITA a partire da 25 euro | Info WhatsApp 3809005503

Cerca
Filters
Close

Detrazione dei Farmaci Online

sabato 12 maggio 2018

I Farmaci comprati online possono essere detratti dalla dichiarazione dei redditi se il contribuente certifica con la necessaria documentazione natura del prodotto, qualità, quantità e codice fiscale del destinatario.

Le spese mediche, fra cui rientrano anche le spese per acquisto di medicinali, sono detraibili nella dichiarazione dei redditi ma solo a certe condizioni.

L’Agenzia delle Entrate ha stabilito che “la detrazione spetta se la spesa è certificata da fattura o da scontrino parlante” in cui devono essere specificati la natura, la quantità dei prodotti acquistati, il codice alfanumerico (identificativo della qualità del farmaco) posto sulla confezione del medicinale ed il codice fiscale del destinatario.

Lo scontrino parlante è uno scontrino particolarmente dettagliato rilasciato dalle farmacie che consente di detrarre le spese mediche e che riporta anche il codice fiscale dell’acquirente.

Per rientrare nella detraibilità delle spese mediche lo scontrino parlante deve riportare le seguenti diciture:

- Farmaco, medicinale, f.co, med e altre abbreviazioni o terminologie riferite inequivocabilmente a farmaci. 


- Aic (codice di autorizzazione all’immissione in commercio): per motivi di privacy del contribuente lo scontrino può indicare anche un unico codice univoco di autorizzazione anziché il nome specifico del farmaco che sarà rilevato mediante lettura ottica del codice a barre.


- Omeopatici: i farmaci omeopatici sono considerati medicinali e a questi sono equiparati. 


- Ticket: questa dicitura c’è per i medicinali erogati unicamente dal servizio sanitario e pertanto da diritto alla detrazione


- Farmaco/medicinale preparazione galenica: le preparazioni galeniche sono i medicinali preparati in farmacia in base ad una prescrizione medica destinata ad un determinato paziente (formule magistrali) o in base alle indicazioni della Farmacopea europea o delle Farmacopee nazionali in vigore negli Stati membri dell’Unione Europea (formule officinali). Sono detraibili se è specificata la loro natura, per questo è necessaria l’indicazione farmaco/medicinale.


- SOP-OTC: sono sigle utilizzate per i medicinali che non necessitano di prescrizione medica e sono suddivisi tra medicinali da banco o di automedicazione (OTC) e le restanti tipologie. Trattandosi di medicinali sono detraibili.


- Medicinali fitoterapici: sono medicinali che contengono esclusivamente come sostanze attive sostanze vegetali o preparazioni vegetali. Tali medicinali sono ufficialmente approvati dall’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), che ne autorizza l’immissione in commercio dopo averne verificato la qualità, l’efficacia e la sicurezza e per tale motivo possono essere venduti esclusivamente nelle farmacie. Come indicato dalla Risoluzione n.396 del 2008 sono detraibili i prodotti fitoterapici esclusivamente quando sono medicinali.

Non danno diritto alla detrazione le spese indicate nello scontrino con le seguenti diciture:

- Integratori alimentari: Con la risoluzione n. 256/E del 2008 l’Agenzia delle Entrate ha precisato “Gli integratori alimentari vengono somministrati, sostanzialmente, per cure dirette ad ottimizzare gli apporti nutrizionali e a migliorare le condizioni fisiologiche, senza per questo essere considerati dei medicinali. In ragione della loro composizione, gli integratori si qualificano, infatti, come prodotti appartenenti all’area alimentare”, e per tale motivo non sono detraibili.


- Parafarmaci: la spesa relativa all’acquisto di parafarmaci, siano essi prodotti fitoterapici, pomate colliri, ecc., non può essere equiparata a quella per medicinali così come precisato dall'Agenzia nella Risoluzione n.396 del 2008

 

Se stai acquistando un farmaco da banco, un rimedio omeopatico, un dispositivo medico su Easyfarma.it e intendi portare in detrazione la spesa, ricorda di selezionare la casella SCONTRINO PARLANTE e di indicare il tuo CODICE FISCALE in fase di registrazione o nel campo note dell'ordine.



Lascia il tuo commento