SPEDIZIONE GRATUITA con soli 25euro di spesa

Cerca
Filters
Close

Denti bianchi per un sorriso perfetto

venerdì 31 agosto 2018

 

Come mantenere i denti bianchi? Segui i nostri consigli per sfoggiare sempre un sorriso bianco e smagliante. Denti Bianchi

  

Dovete sapere innnanzitutto che il colore dei denti di ciascuna persona è una caratteristica strettamente individuale e unica.

Non tutti, infatti, presentano una dentatura di colore bianco candido. In molti possiedono una colorazione dei denti che tende naturalmente ai toni del giallo, così come vi sono individui i cui denti possiedono una colorazione che tende al grigio. 
Pertanto, non è sempre il caso di allarmarsi se i propri denti non sono di colore bianco splendente, ma solamente se questi tendono a variare il loro colore naturale, che sia bianco, tendente al grigio o tendente al giallo.

Ora vediamo perché spesso i denti ingialliscono.

Lo smalto, lo strato minerale che riveste la dentina e protegge i denti può rovinarsi facilmente, soprattutto se spazzoli i denti con troppo vigore, usi dentifrici aggressivi o ingerisci alimenti molto acidi.

Se vuoi evitare o limitare l'ingiallimento dei tuoi denti devi cercare di evitare vino rosso, sigarette, caffè e acidità! Questa regola è la prima regola per un sorriso bianco e splendente.

La Coca Cola e altri tipi di bibite contengono l’acido citrico, che indebolisce e demineralizza i denti. Ti consigliamo quindi di non spazzolare mai i denti subito dopo aver bevuto queste bibite: in quel momento i denti sono più deboli e spazzolandoli potresti eliminare uno strato di smalto.

Il caffè e il té colorano i denti ma non li attaccano in profondità, pertanto l'ingiallimento dovuto a queste bevande è solo una condizione temporanea.

Oltre alle abitudini alimentari poco adatte per mantenere la naturale cromia dei denti, l'ingiallimento dentale può esser conseguenza di depositi di placca e tartaro.

Diventa quindi di fondamentale importanza lavare i denti con lo spazzolino e il dentifricio giusti, di usare il filo interdentale e di insistere, durante la fase di spazzolamento dei denti, sulle zone più nascoste, laddove il tartaro e placca tendono ad insediarsi.

L'utilizzo di uno spazzolino elettrico é altamente consigliato: la testina rotante arriva in ogni dove e il movimento rotatorio garantisce un lavaggio efficace.

Usa un anche dentifricio adatto (alle erbe, antiplacca, al fluoro) ed evita i dentifrici sbiancanti che spesso contengono silicio, che ha potere abrasivo ed indebolisce lo smalto.

Dopo ogni lavaggio, rimuovi i residui alimentari tenaci con del filo interdentale, stando attennto a non ferire le gengive.

Utilizza un collutorio di buona qualità, ne esistono per l'utilizzo giornaliero, per le gengive infiammate o antisettici da utilizzare dopo cure o interventi ai denti.

Andrea Dati

 

 

Lascia il tuo commento