Spedizione GRATUITA a partire da 25 euro | Info WhatsApp 3809005503

Cerca
Filters
Close

Bronchenolo Tosse Influenza E Raffreddore 10 Bustine

Bronchenolo Tosse Influenza E Raffreddore 10 Bustine, medicinale per il sollievo dei sintomi legato al raffreddore all’influenza come mal di gola, naso chiuso, mal di testa, febbre e brividi e la tosse bronchiale
SKU:: 040751036
Produttore: Chefaro
€ 9,90

Bronchenolo Tosse Influenza E Raffreddore 10 Bustine

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO AIFA

Bronchenolo Tosse, Influenza e Raffreddore è un medicinale per il sollievo dei sintomi legato al raffreddore all’influenza come mal di gola, naso chiuso, mal di testa, febbre e brividi e la tosse bronchiale. 

I principi attivi presenti in questo prodotto sono:

  • Paracetamolo è un analgesico e ha la funzione di dare sollievo dal dolore e di ridurre la febbre nel momento in cui c’è,
  • Guaifenesina è un espettorante e quindi riesce a sciogliere il muco presente,
  • Fenilefrina è un decongestionante e quindi va a ridurre il gonfiore dei condotti nasali in modo da poter respirare più facilmente.

L’influenza insorge molto bruscamente, con una febbre che supera i 38°C, e a volte è un peggioramento di un raffreddore e i sintomi più comuni sono:

  • dolori muscolari,
  • brividi,
  • tosse,
  • mal di testa,
  • gola infiammata,
  • nausea,
  • debolezza generale dell’organismo,
  • vertigini,
  • diarrea.

La febbre, tipica dell’influenza, rimane per uno o due giorni, solo in casi gravi le alterazione della temperatura corporea durano anche 5 giorni. 
Tra i sintomi più noti e che tende a restare ed è difficile da eliminare è la tosse che, di solito è secca e fastidiosa. Gli altri sintomi scompaiono nell’arco di qualche giorno o nell’arco della settimana.

L’influenza colpisce molte persone tutti gli anni e spesso dura anche una o due settimane prima di sparire completamente dal nostro corpo. 
Un’idea comune tra tutta la popolazione è che l’influenza sia dovuta al freddo in quanto la stagione in cui si sviluppa maggiormente è proprio quella invernale. Questa correlazione però non sempre è corretta, e nessun studio ha mai confermato la correttezza di questa relazione. 
La vera natura di influenza e raffreddore è un virus che colpisce maggiormente in inverno solo perché siamo noi più esposti agli attacchi esterni rispetto alle altre stagioni dell’anno. In inverno stiamo in casa, arieggiamo poco gli ambienti e qui è il luogo ideale per la trasmissione dei virus. Infatti i luoghi dove maggiormente avviene il contagio sono le scuole, gli uffici, ovvero quei luoghi dove le persone sono chiuse dentro per parecchie ore della giornata. Inoltre abbiamo il riscaldamento accesso e con l’aria secca il virus si diffonde molto di più. 
Altro motivo per cui l’inverno è la stagione nella quale veniamo colpiti di più è semplicemente l’abbassamento delle nostre difese immunitarie che rende l’organismo più facilmente esposto agli agenti esterni. 
Quindi la stagione fredda rende solo più facile il contagio, ma il virus è presente anche nelle altre stagioni dell’anno.

Se l’influenza è in forma lieve la miglior medicina è sempre il riposo, staccare la spina uno o due giorni può bastare per riprendere le forze ed eliminare i sintomi dell’influenza. Inoltre è bene bere molti liquidi che possono andare dall’acqua, al the alle tisane. Evitare le bevande alcoliche e l’alimentazione deve essere leggera in modo da non appesantire l’organismo. 
I farmaci da assumere sono quelli che alleviano i stintomi nell’arco di breve tempo come Bronchenolo, da evitare nelle forme lievi gli antibiotici.

 

 

Indicazioni

Per il sollievo a breve termine dei sintomi del raffreddore e dell’influenza inclusi dolori, cefalea, naso chiuso e mal di gola, brividi e febbre, e per il sollievo della tosse bronchiale.

 

Controindicazioni

Ipersensibilità al paracetamolo, alla guaifenesina, alla fenilefrina cloridrato o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Compromissione epatica o grave compromissione renale. Cardiopatia e disturbi cardiovascolari, inclusa anemia emolitica grave. Ipertensione. Ipertiroidismo. Diabete. Feocromocitoma. Pazienti che assumono antidepressivi triciclici (vedere paragrafo 4.5). Pazienti che assumono altri prodotti contenenti paracetamolo (vedere paragrafo 4.4). Controindicato nei pazienti in trattamento con inibitori della monoammine ossidasi o che hanno interrotto la terapia da meno di 2 settimane. L’uso in pazienti con glaucoma o ritenzione urinaria. L’uso in pazienti trattati con altri farmaci simpatico mimetici (quali decongestionanti, soppressori dell’appetito e psicostimolanti di tipo anfetaminico).

 

Posologia

Per uso orale dopo aver disciolto il contenuto della bustina in una tazza standard di acqua calda ma non bollente (250 ml). Far freddare l’acqua fino a raggiungere una temperatura che ne consenta il consumo. Bere tutta la soluzione entro 1 ora e mezza. Adulti, anziani e bambini di età pari o superiore ai 12 anni: Una bustina ogni quattro ore in base alle necessità. Non superare 4 bustine (4 dosi) nell’arco di 24 ore. Non somministrare a bambini di età inferiore ai 12 anni. Cercare assistenza medica se i sintomi persistono per più di 5 giorni.

 

Avvertenze

Il medico o il farmacista devono accertarsi che non vengano somministrate contemporaneamente preparazioni contenenti agenti simpaticomimetici per vie di somministrazione differenti cioè per via orale e topica (preparazioni nasali, auricolari e oftalmiche). I prodotti contenenti agenti simpaticomimetici devono essere utilizzati con grande cautela in pazienti affetti da angina. Nei pazienti affetti dalle seguenti condizioni occorre il consiglio del medico prima di assumere questo prodotto: Ipertrofia prostatica (i pazienti possono sviluppare un’aumentata difficoltà nella minzione) Vasculopatia occlusiva ad es. fenomeno di Raynaud Cardiovasculopatia Miastenia gravis – un disturbo immunitario Gravi patologie gastrointestinali Questo medicinale deve essere raccomandato solo se sono presenti tutti i sintomi (dolore e/o febbre, congestione nasale e tosse bronchiale). I pazienti affetti da tosse cronica o asma devono consultare il medico prima di assumere questo prodotto. I pazienti devono interrompere l’uso di questo prodotto e consultare un operatore sanitario se la tosse dura più di 5 giorni o ritorna. I rischi del sovradosaggio sono maggiori nei pazienti con malattia epatica alcoolica non cirrotica. L’uso concomitante con alcool deve essere evitato. Contiene saccarosio. I pazienti affetti da problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, malassorbimento di glucosio–galattosio o carenza di saccarosio–isomaltasi non devono assumere questo medicinale. Contiene aspartame (E951), una fonte di fenilalanina. Può essere dannoso per i pazienti affetti da fenilchetonuria. Questo medicinale contiene 129 mg di sodio per dose. Da tenere in considerazione nei pazienti che seguono una dieta per il controllo del sodio. Avvertenze speciali in etichetta Contiene paracetamolo. Non assumere con altri prodotti contenenti paracetamolo. Cercare immediatamente assistenza medica in caso di sovradosaggio anche se si sente bene. Non assumere con altri prodotti per l’influenza, il raffreddore o con altri prodotti decongestionanti. Avvertenze speciali nel foglio illustrativo Contiene paracetamolo. Cercare immediatamente assistenza medica in caso di sovradosaggio anche se si sente bene, a causa del rischio di danno epatico grave ritardato.

Effetti Indesiderati

La frequenza dell’insorgenza degli effetti indesiderati è solitamente classificata come segue: Molto comune (≥1/10) Comune (≥1/100, <1/10) Non comune(≥1/1.000, <1/100) Raro (≥1/10.000, <1/1.000) Molto raro (<1/10.000) Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili) PARACETAMOLO Gli effetti avversi derivati dai dati di studi clinici storici sono infrequenti e dovuti ad una limitata esposizione del paziente. Gli eventi riportati nella estesa esperienza post–marketing alla dose terapeutica/in etichetta e considerati come attribuibili al paracetamolo sono riassunti nella tabella sottostante in base alla classificazione per sistemi e organi secondo MedDRA. A causa dei dati limitati provenienti dagli studi clinici, la frequenza di questi eventi avversi non è nota (non può essere definita sulla base dei dati disponibili), ma l’esperienza post–marketing indica che le reazioni avverse al paracetamolo sono rare (≥1/10.000, <1/1.000) e che le reazioni avverse gravi sono molto rare (<1/10.000).

Gravidanza

Fertilità – non ci sono informazioni disponibili che suggeriscono un effetto dei principi attivi sulla fertilità nell’uomo. PARACETAMOLO I dati epidemiologici sulla somministrazione orale di dosi terapeutiche di paracetamolo non indicano effetti avversi sulla gravidanza o sulla salute del feto o del neonato. Studi sulla riproduzione che hanno preso in esame la somministrazione orale non hanno indicato segni di malformazioni o di tossicità sul feto. Il paracetamolo viene escreto nel latte materno ma non in quantità significative. Non sono stati riferiti effetti indesiderati nei bambini. GUAIFENESINA La sicurezza della guaifenesina durante la gravidanza e l’allattamento non è stata stabilita. FENILEFRINA CLORIDRATO La sicurezza dell’uso di fenilefrina cloridrato durante la gravidanza e l’allattamento non è stata stabilita.La fenilefrina può essere escreta nel latte materno. Il prodotto non deve essere usato durante la gravidanza e l’allattamento.

 

Bronchenolo Tosse Influenza E Raffreddore 10 Bustine

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO AIFA

Bronchenolo Tosse, Influenza e Raffreddore è un medicinale per il sollievo dei sintomi legato al raffreddore all’influenza come mal di gola, naso chiuso, mal di testa, febbre e brividi e la tosse bronchiale. 

I principi attivi presenti in questo prodotto sono:

  • Paracetamolo è un analgesico e ha la funzione di dare sollievo dal dolore e di ridurre la febbre nel momento in cui c’è,
  • Guaifenesina è un espettorante e quindi riesce a sciogliere il muco presente,
  • Fenilefrina è un decongestionante e quindi va a ridurre il gonfiore dei condotti nasali in modo da poter respirare più facilmente.

L’influenza insorge molto bruscamente, con una febbre che supera i 38°C, e a volte è un peggioramento di un raffreddore e i sintomi più comuni sono:

  • dolori muscolari,
  • brividi,
  • tosse,
  • mal di testa,
  • gola infiammata,
  • nausea,
  • debolezza generale dell’organismo,
  • vertigini,
  • diarrea.

La febbre, tipica dell’influenza, rimane per uno o due giorni, solo in casi gravi le alterazione della temperatura corporea durano anche 5 giorni. 
Tra i sintomi più noti e che tende a restare ed è difficile da eliminare è la tosse che, di solito è secca e fastidiosa. Gli altri sintomi scompaiono nell’arco di qualche giorno o nell’arco della settimana.

L’influenza colpisce molte persone tutti gli anni e spesso dura anche una o due settimane prima di sparire completamente dal nostro corpo. 
Un’idea comune tra tutta la popolazione è che l’influenza sia dovuta al freddo in quanto la stagione in cui si sviluppa maggiormente è proprio quella invernale. Questa correlazione però non sempre è corretta, e nessun studio ha mai confermato la correttezza di questa relazione. 
La vera natura di influenza e raffreddore è un virus che colpisce maggiormente in inverno solo perché siamo noi più esposti agli attacchi esterni rispetto alle altre stagioni dell’anno. In inverno stiamo in casa, arieggiamo poco gli ambienti e qui è il luogo ideale per la trasmissione dei virus. Infatti i luoghi dove maggiormente avviene il contagio sono le scuole, gli uffici, ovvero quei luoghi dove le persone sono chiuse dentro per parecchie ore della giornata. Inoltre abbiamo il riscaldamento accesso e con l’aria secca il virus si diffonde molto di più. 
Altro motivo per cui l’inverno è la stagione nella quale veniamo colpiti di più è semplicemente l’abbassamento delle nostre difese immunitarie che rende l’organismo più facilmente esposto agli agenti esterni. 
Quindi la stagione fredda rende solo più facile il contagio, ma il virus è presente anche nelle altre stagioni dell’anno.

Se l’influenza è in forma lieve la miglior medicina è sempre il riposo, staccare la spina uno o due giorni può bastare per riprendere le forze ed eliminare i sintomi dell’influenza. Inoltre è bene bere molti liquidi che possono andare dall’acqua, al the alle tisane. Evitare le bevande alcoliche e l’alimentazione deve essere leggera in modo da non appesantire l’organismo. 
I farmaci da assumere sono quelli che alleviano i stintomi nell’arco di breve tempo come Bronchenolo, da evitare nelle forme lievi gli antibiotici.

 

 

Indicazioni

Per il sollievo a breve termine dei sintomi del raffreddore e dell’influenza inclusi dolori, cefalea, naso chiuso e mal di gola, brividi e febbre, e per il sollievo della tosse bronchiale.

 

Controindicazioni

Ipersensibilità al paracetamolo, alla guaifenesina, alla fenilefrina cloridrato o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Compromissione epatica o grave compromissione renale. Cardiopatia e disturbi cardiovascolari, inclusa anemia emolitica grave. Ipertensione. Ipertiroidismo. Diabete. Feocromocitoma. Pazienti che assumono antidepressivi triciclici (vedere paragrafo 4.5). Pazienti che assumono altri prodotti contenenti paracetamolo (vedere paragrafo 4.4). Controindicato nei pazienti in trattamento con inibitori della monoammine ossidasi o che hanno interrotto la terapia da meno di 2 settimane. L’uso in pazienti con glaucoma o ritenzione urinaria. L’uso in pazienti trattati con altri farmaci simpatico mimetici (quali decongestionanti, soppressori dell’appetito e psicostimolanti di tipo anfetaminico).

 

Posologia

Per uso orale dopo aver disciolto il contenuto della bustina in una tazza standard di acqua calda ma non bollente (250 ml). Far freddare l’acqua fino a raggiungere una temperatura che ne consenta il consumo. Bere tutta la soluzione entro 1 ora e mezza. Adulti, anziani e bambini di età pari o superiore ai 12 anni: Una bustina ogni quattro ore in base alle necessità. Non superare 4 bustine (4 dosi) nell’arco di 24 ore. Non somministrare a bambini di età inferiore ai 12 anni. Cercare assistenza medica se i sintomi persistono per più di 5 giorni.

 

Avvertenze

Il medico o il farmacista devono accertarsi che non vengano somministrate contemporaneamente preparazioni contenenti agenti simpaticomimetici per vie di somministrazione differenti cioè per via orale e topica (preparazioni nasali, auricolari e oftalmiche). I prodotti contenenti agenti simpaticomimetici devono essere utilizzati con grande cautela in pazienti affetti da angina. Nei pazienti affetti dalle seguenti condizioni occorre il consiglio del medico prima di assumere questo prodotto: Ipertrofia prostatica (i pazienti possono sviluppare un’aumentata difficoltà nella minzione) Vasculopatia occlusiva ad es. fenomeno di Raynaud Cardiovasculopatia Miastenia gravis – un disturbo immunitario Gravi patologie gastrointestinali Questo medicinale deve essere raccomandato solo se sono presenti tutti i sintomi (dolore e/o febbre, congestione nasale e tosse bronchiale). I pazienti affetti da tosse cronica o asma devono consultare il medico prima di assumere questo prodotto. I pazienti devono interrompere l’uso di questo prodotto e consultare un operatore sanitario se la tosse dura più di 5 giorni o ritorna. I rischi del sovradosaggio sono maggiori nei pazienti con malattia epatica alcoolica non cirrotica. L’uso concomitante con alcool deve essere evitato. Contiene saccarosio. I pazienti affetti da problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, malassorbimento di glucosio–galattosio o carenza di saccarosio–isomaltasi non devono assumere questo medicinale. Contiene aspartame (E951), una fonte di fenilalanina. Può essere dannoso per i pazienti affetti da fenilchetonuria. Questo medicinale contiene 129 mg di sodio per dose. Da tenere in considerazione nei pazienti che seguono una dieta per il controllo del sodio. Avvertenze speciali in etichetta Contiene paracetamolo. Non assumere con altri prodotti contenenti paracetamolo. Cercare immediatamente assistenza medica in caso di sovradosaggio anche se si sente bene. Non assumere con altri prodotti per l’influenza, il raffreddore o con altri prodotti decongestionanti. Avvertenze speciali nel foglio illustrativo Contiene paracetamolo. Cercare immediatamente assistenza medica in caso di sovradosaggio anche se si sente bene, a causa del rischio di danno epatico grave ritardato.

Effetti Indesiderati

La frequenza dell’insorgenza degli effetti indesiderati è solitamente classificata come segue: Molto comune (≥1/10) Comune (≥1/100, <1/10) Non comune(≥1/1.000, <1/100) Raro (≥1/10.000, <1/1.000) Molto raro (<1/10.000) Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili) PARACETAMOLO Gli effetti avversi derivati dai dati di studi clinici storici sono infrequenti e dovuti ad una limitata esposizione del paziente. Gli eventi riportati nella estesa esperienza post–marketing alla dose terapeutica/in etichetta e considerati come attribuibili al paracetamolo sono riassunti nella tabella sottostante in base alla classificazione per sistemi e organi secondo MedDRA. A causa dei dati limitati provenienti dagli studi clinici, la frequenza di questi eventi avversi non è nota (non può essere definita sulla base dei dati disponibili), ma l’esperienza post–marketing indica che le reazioni avverse al paracetamolo sono rare (≥1/10.000, <1/1.000) e che le reazioni avverse gravi sono molto rare (<1/10.000).

Gravidanza

Fertilità – non ci sono informazioni disponibili che suggeriscono un effetto dei principi attivi sulla fertilità nell’uomo. PARACETAMOLO I dati epidemiologici sulla somministrazione orale di dosi terapeutiche di paracetamolo non indicano effetti avversi sulla gravidanza o sulla salute del feto o del neonato. Studi sulla riproduzione che hanno preso in esame la somministrazione orale non hanno indicato segni di malformazioni o di tossicità sul feto. Il paracetamolo viene escreto nel latte materno ma non in quantità significative. Non sono stati riferiti effetti indesiderati nei bambini. GUAIFENESINA La sicurezza della guaifenesina durante la gravidanza e l’allattamento non è stata stabilita. FENILEFRINA CLORIDRATO La sicurezza dell’uso di fenilefrina cloridrato durante la gravidanza e l’allattamento non è stata stabilita.La fenilefrina può essere escreta nel latte materno. Il prodotto non deve essere usato durante la gravidanza e l’allattamento.

 

 

Per ordini superiori a 25€:
 
- Spedizione ESPRESSA 24/48h GRATUITA 

- Spedizione in contrassegno (pagamento in contanti alla consegna): supplemento 5,00€
 
- Scelta del corriere preferito (BRT, GLS o TNT): supplemento 1,50€
 

 
Per ordini inferiori a 25€:

- Spedizione ESPRESSA 24/48 ore con scelta del corriere preferito: € 5,99

- Spedizione in contrassegno (pagamento in contanti alla consegna): supplemento 5,00€

 

RITIRO presso Farmacia Longo GRATUITO per tutti gli ordini 

 

 Per ulteriori dettagli sulle modalità di spedizione clicca qui.

 

Tutti i prodotti acquistati su Easyfarma.it vengono spediti da Farmacia Longo snc del Dr. Giuseppe Longo, farmacia storica del quartiere Esquilino di Roma online da oltre 10 anni.

Gli ordini vengono processati da personale qualificato e verificati dal nostro team di farmacisti.

Per qualsiasi informazione puoi contattarci in chat o via whatsapp al 3809005503.

Puoi pagare i tuoi prodotti in tutta sicurezza con...

 

- CARTA DI CREDITO: effettua transazioni sicure sul portale Gestpay di Banca Sella con la tua carta di credito (anche prepagata)

- PAYPAL: paga il tuo ordine in maniera sicura attraverso il tuo account Paypal

- SATISPAY: paga i tuoi acquisti online con l'App per i pagamenti mobili gratuita, sicura, semplice. Per maggiori informazioni visita il sito di Satispay.

- BONIFICO BANCARIO: invia il denaro a Farmacia Longo snc c/o Banca Intesa San Paolo IBAN: IT 71 F030 6903 2871 0000 000 4003 BIC: BCITITMM

- CONTRASSEGNO: paga il tuo ordine direttamente al corriere alla consegna (Supplemento € 5,00)

 

Scrivi la tua recensione
  • Pessimo
  • Eccellente
Altri utenti hanno abbinato anche:

Bisolvon Duo Emolliente Tosse + Gola Irritata Sciroppo 100 ml

Bisolvon Duo Emolliente Tosse + Gola Irritata Sciroppo 100 ml, calma la tosse secca e allevia l'irritazione della gola
€ 11,90 € 10,71

Citrosil Disinfettante 8 Garze Impregnate

Citrosil Disinfettante 8 Garze Impregnate è un farmaco a base di benzalconio cloruro 0,175%, indicato per la disinfezione della cute lesa
€ 4,90

Okitask Granulato 40 mg 20 Bustine Orosolubili

Okitask Granulato 40 mg 20 Bustine Orosolubili, è un medicinale a base di ketoprofene sale di lisina utile in caso di mal di testa e/o dolori di varia natura
€ 10,00 € 9,00

Vicks Sinex Aloe 0.05% Soluzione Da Nebulizzare 15ml

Vicks Sinex Aloe 0.05% Soluzione Da Nebulizzare 15ml, Decongestionanti ed altri preparazioni nasali per uso topico, simpatic omimetici non associati
€ 9,44 € 7,55